Otorinolaringoiatria

FESS

La chirurgia naso-sinusale ha subito negli ultimi anni notevoli sviluppi grazie all’introduzione di tecniche microchirurgiche ed endoscopiche.
La chirurgia tradizionale della sinusite cronica prevedeva accessi combinati dall’esterno e dall’interno (endonasali) con una visione macroscopica ed approssimativa delle strutture della parete laterale del naso e della volta.

L’ approccio chirurgico, tecnica di Caldwell-Luc, puntava all’apertura del seno mascellare attraverso la fossa canina, allo scopo di rimuovere la mucosa interessata dal disturbo.
Altri interventi, rivolti ai seni frontali, richiedevano incisioni esterne sulla fronte.

Attualmente con l’avvento della chirurgia endoscopica funzionale naso-sinusale (FESS) ci si avvale di strumenti microchirurgici, di endoscopi a fibre ottiche, di telecamere e monitor televisivi per eseguire gli interventi chirurgici sulle strutture delle cavità nasali e dei seni paranasali.
Tale tecnica ha alla base un altro concetto, cioè ripristinare le aperture fisiologiche dei rispettivi seni paranasali e quindi di affrontare alla radice il problema motivo per il quale la tecnica è denominata Functional Endoscopic Sinus Surgery (FESS) cioè chirurgia funzionale endoscopica dei seni: non si demolisce nulla e si ripristina la funzionalità naturale.

L’introduzione di queste tecniche consente un più accurato controllo degli atti chirurgici ed una maggiore sicurezza per il paziente. Gli interventi così effettuati risultano meno aggressivi, richiedono tamponamenti più brevi ed hanno quindi un decorso post-operatorio assolutamente NON doloroso, con una riduzione dei tempi di degenza in Clinica.

 

E’ fondamentale l’esame TC che noi utilizzeremo durante l’atto operatorio come navigatore e ovviamente ci darà preziose informazioni sulla situazione della malattia.
LA RMN con gadolinio è indicata nel sospetto di una neoplasia naso-sinusale, di una malformazione vascolare e nella diagnosi differenziale della patologia fungina (micetomi).

Le indicazioni all’esecuzione della FESS sono:

• Sinusite cronica e poliposi nasali
• Polipo antro-coanale
• Mucoceli dei seni paranasali
• Corpi estranei endonasali ed endosinusali
• Trattamento delle neoplasie naso-sinusali (papilloma invertito, swannoma, osteomi, etc)
• Micetomi naso-sinusali

I vantaggi della chirurgia endoscopica funzionale sono:

• Rispetto della anatomia e della fisiologia naso-sinusale
• Maggiore precisione e radicalità chirurgica
• Possibilità di effettuare revisioni chirurgiche rispettando sempre la funzione nasale
• Ridotto sanguinamento postoperatorio che permette spesso di evitare i tamponi nasali
• Maggiore “compliance” del paziente e ridotto dolore postoperatorio
• Dimissione in giornata.