Chirurgia Laser

LA LUCE CHE CURA…

..laser è un acronimo che significa Light Amplification (by) Stimulated Emission (of) Radiation e in pratica  è uno strumento che consente di trasferire energia nei tessuti ottenendo un trattamento della cute. Pur essendo un ottimo strumento non sempre rappresenta la scelta ideale per ogni trattamento. Come tutte le metodiche chirurgiche  ha dei vantaggi ma può essere fonte di problemi e complicazioni. La scelta del laser dipende da molti fattori, inclusa l’esperienza dell’operatore, le dimensioni dell’area da trattare e le aspettative del paziente. Esistono molti tipi di laser e ognuno con caratteristiche peculiari per risolvere o almeno migliorare tutte le problematiche cutanee. Il chirurgo utilizza il laser per incidere, vaporizzare, chiudere piccoli e medi vasi sanguigni, ridurre la pigmentazione, ridurre le rughe, migliorare gli esiti di acne e altro ancora.

Qualche esempio:

PEELING (RESURFACING)
TELEANGECTASIE
CAPILLARI
ANGIOMI
RIMOZIONE TATUAGGI
EPILAZIONE
CICATRICI
SMAGLIATURE

Peeling cutaneo: indicazione ideale sono le piccole rughe verticali intorno alle labbra e in qualche caso lateralmente agli occhi (le “zampe di gallina”). Tutto il viso può comunque trarre beneficio da un trattamento con un laser appropriato per una riduzione delle rughe superficiali e delle macchie cutanee. Resurfacing: pelli rovinate da esiti di acne o da ustioni vengono trattate per eliminare gli strati superficiali rovinati. E’ un trattamento piuttosto “aggressivo” che va programmato come un vero e proprio intervento chirurgico.

Asportazione di teleangectasie e capillari più grossi nonché di angiomi congeniti: gli angiomi tipo “port-wine” possono essere ridotti in dimensione e intensità di colore, altre lesioni di tipo vascolare come gli “spider nevi” e anche alcuni tatuaggi rispondono bene alla laser terapia.

L’epilazione “definitiva” funziona molto bene se si programmano molte sedute, almeno una quindicina per avere degli ottimi risultati.

I trattamenti vengono effettuati in anestesia locale e solo alcune volte con un po’ di sedazione. Nel post operatorio i pazienti devono scrupolosamente seguire le istruzioni dettate dal chirurgo, per esempio non esporsi al sole per il periodo indicato (alcune settimane) ed effettuare tutte le medicazioni proposte.